In caso di neoformazioni maligne o pre-maligne come le cheratosi attiniche, carcinomi baso-cellulari e spino-cellulari si rende indispensabile una micro-biopsia diagnostica che consiste nell’asportazione chirurgica in anestesia locale di un frammento di cute per la successiva analisi istologica.

In seguito all’esame le cheratosi attiniche e i carcinomi che hanno raggiunto una profondità non superiore ai 2 mm vengono trattati mediante terapia fotodinamica PDT. In tutti gli altri casi è necessario eseguire un intervento chirurgico di asportazione.

Il trattamento PDT

Sull’area da trattare viene applicato, e lasciato in posa per un tempo definito, un particolare unguento contenente 5-ALA, una sostanza in grado di penetrare unicamente nelle cellule tumorali.

Viene quindi erogata, sopra alle aree trattate, una luce Laser diodica rossa con una lunghezza d’onda di 633nm: ciò determina la trasformazione del 5-ALA in una nuova sostanza in grado di distruggere le cellule tumorali lasciando quelle sane intatte.

Il trattamento Laser permette di ottenere, oltre alla distruzione delle lesioni carcinomatose, anche una bonifica radicale di tutti i micro-foci tumorali circostanti ancora non clinicamente visibili.

Prenota una visita

Sedute e risultati

Per l’eliminazione delle neoformazioni carcinomatose sono necessarie 1-2 sedute di trattamento PDT per una durata che varia, a seconda dell’area da trattare, dai 5 ai 13 minuti. Durante l’illuminazione si percepisce una sensazione di calore e bruciore di solito ben tollerato.

In seguito al trattamento la pelle appare leggermente arrossata e nell’arco di 7-10 giorni la cute si secca e desquama lasciando i nuovi tessuti liberi dalle neoformazioni. Il Trattamento Fotodinamico, se vi sono le indicazioni, può essere ripetuto più volte poiché non crea danni alle strutture della pelle. Si consiglia di trattare successivamente la pelle con una crema idratante e lenitiva.

Neoformazioni cutanee: Prima e dopo